Concluso il premio Bernardino Zapponi per cortometraggi

Venerdi 22 settembre sono state proiettate le opere finaliste del premio Bernardino Zapponi al cospetto di un numeroso pubblico presente. La giuria popolare composta da studenti della scuola secondaria ha così votato:

 

 

– Primo classificato con punti 261 il cortometraggio:

(OTTO) di JOB, JORIS & MARIEKE Netherlands

Motivazione: Nell’animo umano ci sono risorse inesauribili e tra queste la capacità di gestire una mancanza di un affetto o di una perdita. La fantasia e l’immaginazione portano a luoghi magici e fantastici ma al tempo stesso condivisibili con altri. E nonostante la realtà si mischia all’immaginario prevale il buon senso e la voglia di vivere per riappianare quei rapporti che durano nel tempo. Animazione della grafica accattivante e ben fatta.

– Secondo classificato con punti 241 il cortometraggio:

INDIOS Y VAQUEROS di EMILIA RUIZ Spain 

Motivazione: Le tragedie umane sono nascoste in ogni dove, sono sempre dietro l’angolo e spesso i bambini ne sono protagonisti. E i bambini sono le vittime di un comportamento umano ingiustificabile violento e orrendo. Il gioco riflette tutto quello che l’uomo è in maniera assoluta e anche nella tragedia di un omicidio aiuta ad elabora il lutto di una perdita.

– Terzo classificato con punti 215 il cortometraggio:

LE ALTRE PARTENZE di CLAUDE SAUSSEREAU France

Motivazioni: Ci sono delle situazioni particolari che debbono essere gestite come se la vita scorresse normalmente senza problemi o complicazioni. E la verità spesso e necessaria nasconderla ai bambini  più piccoli per non turbarli o deluderli perché l’amore di una mamma è perfetto come un guanto della nostra misura.

Ha ricevuto il premio “Il Corridore del Cila” (per la rassegna cinematografica “Il mestiere del Cinema”)  Jean Michel Lecloux regista belga del cortometraggio “KARMATANGO” per la sua presenza alla proiezione.